Author Archives: tonino.tavilla

  • -

Comunicato Proroga selezione personale

Avviso 2/2018 corso CS 1480 – ED 2225 per “Collaboratore di Cucina”

Comunicato proroga selezione personale

Si comunica che a seguito di improvvisa disponibilità della Commissione di Valutazione, la selezione in riferimento al bando di reclutamento del personale da impiegare nel corso Collaboratore di Cucina CS 1480 – ED 2225, è posticipata in data 24/09/2019 alle ore 14:30 presso la sede di Via Sacro Cuore di Gesù n° 19 is. 251 – Messina.

scarica il comunicato


  • -

Corso per “Collaboratore di Cucina”

Avviso 2/2018 Aperte le iscrizioni nuovi corsi 2019-2020

Aperte le iscrizioni per i corsi di formazione Avviso 2, di seguito i bandi e la relativa modulistica:

CORSI GRATUITI con indennità giornaliera, finanziati dalla Regione Sicilia.

Collaboratore di Cucina

  • Destinatari e titoli di accesso:
  • Disoccupati in possesso di DID e Patto di Servizio aggiornati
  • Obbligo scolastico assolto
  • Età 18 -65 anni

per info e modalità di iscrizione:

📞 090/9576464 – 📱3518669192 (anche whatsapp) – https://catalogo.siciliafse1420.it

 Bando collaboratore di cucina

 Allegato A – Domanda partecipazione


  • -

Avviso di bando ‘PUOI’ – Protezione Unita a Obiettivo Integrazione

ANPAL SERVIZI S.p.A.
Progetto PUOI
Protezione Unita a Obiettivo Integrazione

“Avviso per il finanziamento di percorsi di integrazione socio-lavorativa per titolari di protezione internazionale e umanitaria, titolari di permesso di soggiorno rilasciato nei casi speciali previsti dal decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113 convertito con modificazioni dalla legge 1° dicembre 2018 n. 132, che consentono lo svolgimento di attività lavorativa, titolari del permesso di soggiorno per protezione speciale rilasciato ai sensi dell’art. 32, comma 3 del decreto legislativo 28 gennaio 2008, n. 25, nonché cittadini stranieri entrati in Italia come minori non accompagnati e regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale in condizione di inoccupazione o disoccupazione“

Obiettivo dell’Avviso è promuovere la realizzazione di percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo, articolati in una filiera combinata di servizi e misure, in favore del target di riferimento, attraverso la messa in disponibilità di n. 4.500 doti individuali con il coinvolgimento degli operatori pubblici e privati del mercato del lavoro che aderiranno al presente Avviso.

Destinatari:

  • titolari di protezione internazionale e umanitaria;
  • titolari di permesso di soggiorno rilasciato nei casi speciali previsti dal decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113 convertito con modificazioni dalla legge 1° dicembre 2018 n. 132, che consentono lo svolgimento di attività lavorativa;
  • titolari del permesso di soggiorno per protezione speciale rilasciato ai sensi dell’art. 32, comma 3 del decreto legislativo 28 gennaio 2008, n. 25;
  • cittadini stranieri entrati in Italia come minori non accompagnati e regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale.

Beneficiari – Enti Promotori
I beneficiari sono i soggetti autorizzati allo svolgimento di attività di intermediazione a livello nazionale ai sensi del D.lgs. n. 276/2003 Titolo II – Capo I e s.m.i. (iscritti nell’Albo informatico delle Agenzie per il lavoro – sez. I e III), ovvero accreditati ai servizi per il lavoro a livello regionale, purché qualificati dalle normative regionali quali enti promotori di tirocini extracurriculari.

Si precisa che, con riguardo al solo Beneficiario/Soggetto Promotore di natura pubblica, è esclusa ogni attribuzione economica.

Ciascun Ente Promotore potrà attivare da un minimo di 4 fino ad un massimo di 75 percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo nell’ambito del Progetto. Non saranno autorizzati e, pertanto, ammessi a contributo ulteriori percorsi al di fuori del massimale consentito.

Soggetti Ospitanti
Tutti i datori di lavoro di natura pubblica e privata che possiedono i requisiti previsti dalla normativa nazionale e regionale che possano ospitare tirocinanti.

Si precisa che, con riguardo al Soggetto Ospitante di natura pubblica, è esclusa ogni attribuzione economica.

Articolazione e valore della dote
I destinatari saranno inseriti in percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo di durata complessivamente non superiore a 9 mesi, così articolatI:

  • tirocinio extracurriculare: 6 mesi;
  • servizi specialistici di orientamento e accompagnamento alla ricerca di un lavoro: da realizzarsi prima, durante e dopo lo svolgimento del tirocinio nell’arco di 3 mesi.
  • una indennità di frequenza al destinatario pari a € 3.000,00 (€ 500 al mese per sei mesi di tirocinio) per la partecipazione al tirocinio previsto nel percorso di integrazione socio-lavorativa;
  • un contributo al soggetto ospitante il tirocinio pari a € 600 per lo svolgimento dell’attività di tutoraggio e affiancamento durante l’esperienza di tirocinio.

Per maggiori informazioni sul servizio e sui costi contattare i nostri operatori al n. 090/9576464 o compila il seguente form


  • -

Concorso Carabinieri 2019 3700 posti

Concorso Carabinieri 2019, 3700 posti

Bando concorso carabinieri 2019

Appena pubblicato il bando di concorso per il reclutamento di 3.700 allievi carabinieri in ferma quadriennale. Per inviare la propria candidatura c’è tempo fino al 24 aprile 2019.

I 3.700 posti, si legge sul sito dei Carabinieri, sezione “Archivio Concorsi”, saranno così ripartiti: 2.529 posti da allievi carabinieri in ferma quadriennale saranno riservati ai volontari delle forze armate in ferma volontaria annuale (VFP1) e in ferma volontaria quadriennale (VFP4) in servizio; 1.139 posti poi saranno riservati ai civili che non abbiano superato i 26 anni di età o il 28 anni di età nel caso in cui abbiano prestato servizio militare. Inoltre, 32 posti da allievi carabinieri in ferma quadriennale saranno riservati ai concorrenti in possesso dell’attestato di bilinguismo.Concorso Carabinieri 2019: posti e requisiti

A parte quello legato all’età anagrafica (25 anni massimo per i civili, 27 per quelli che hanno prestato servizio miliare), altro requisito necessario per partecipare al concorso è il possesso della licenza media per militari e congedati e il possesso del diploma di maturità per i civili.

Prove e domanda di partecipazione

Il concorso prevede lo svolgimento di una prova scritta, una prova di efficienza fisica, un accertamento psico-fisico e uno attitudinale; in breve, la prima consisterà nel rispondere a 100 quesiti a risposta multipla su argomenti di logica e cultura generale (avrà una durata di 60 minuti); la altre, invece, saranno volte a verificare lo stato sanitario e attitudinale dei candidati oltre all’idoneità fisica degli stessi. In più, è prevista la possibilità di svolgere una prova facoltativa per appurare la conoscenza di una lingua straniera.

Chi supererà con successo le tappe dell’iter concorsuale sarà inserito in una graduatoria in base alla quale saranno regolati gli accessi ai posti disponibili; nel completarla avrà valore fondamentale la valutazione dei titoli in possesso dei candidati.

La domanda è da inoltrare esclusivamente online tramite la procedura disponibile nell’area concorsi del sito dei Carabinieri.


  • -

Avviso 22 tirocini Enti promotori e chiusura finestre temporali

Avviso 22 tirocini, Enti promotori e chiusura finestre temporali

È approvata la chiusura della prevista procedura a sportello di cui all’articolo 8 dell’Allegato 1  AVVISO 22/12018 e relativa anche ai SOGGETTI PROMOTORI PER LA REALIZZAZIONE DI TIROCINI EXTRACURRICULARI, che prevede l’apertura di finestre mensili a partire dal primo giorno lavorativo di ciascun mese con chiusura entro le ore 13.00 del quindicesimo giorno lavorativo dello stesso mese.
È approvato l’allegato elenco dei soggetti promotori ammessi (Allegato 1) all’identifìcazione e attivazione dei percorsi di tirocinio.

28-FEB-2019 – SERVIZIO II – DECRETO DIRIGENTE GENERALE N. 360 DEL 25/02/2019

Avviso 22/2018 – Approvazione Elenco degli Enti Promotori e chiusura finestra temporale.

Allegato: D.D.G. n.360 del 25/02/2019  (nuova finestra)

Allegato: Allegato 1 – Enti Ammessi (nuova finestra)

Allegato: Allegato 2 – Enti non Ammessi  (nuova finestra)


  • 0

312 posti di OSS Avviso pubblico VENETO

312 posti di OSS Avviso pubblico VENETO

Indizione mega concorso per OPERATORI SOCIO SANITARI. 312 POSTI pubblicato il 14 febbraio 2019 nella sezione ALBO ONLINE di Azienda Zero REGIONE VENETO

SUDDIVISIONE 312 POSTI per OSS

Il concorso viene svolto da Azienda Zero unitariamente, ai soli fini procedurali, ma con riferimento alle seguenti singole Aziende interessate:
– Azienda Ulss n. 1 Dolomiti – n. 19 posti;
– Azienda Ulss n. 2 Marca Trevigiana – n. 140 posti;
– Azienda Ulss n. 3 Serenissima – n. 2 posti: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di esubero di cui all’art. 34 bis del D.Lgs. n. 165/2001;
– Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale – n. 2 posti: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di mobilità ed esubero di cui agli artt. 30 e 34 bis del D.Lgs. n. 165/2001;
– Azienda Ulss n. 5 Polesana – n. 5 posti;
– Azienda Ulss n. 6 Euganea – n. 38 posti;
– Azienda Ulss n. 7 Pedemontana – n. 7 posti: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di mobilità di cui all’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001;
– Azienda Ulss n. 9 Scaligera – n. 10 posti: la procedura è subordinata all’esito negativo della procedura di mobilità ed esubero di cui all’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001;
– Azienda Ospedaliera di Padova – 19 posti;
– Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona – n. 50 posti;
– Istituto Oncologico Veneto – n. 20 posti;

REQUISITI SPECIFICI PER L’AMMISSIONE

a) diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media) o l’assolvimento dell’obbligo scolastico, ovvero provvedimento di equipollenza del titolo conseguito all’estero e rilasciato dagli organi competenti;
b) attestato di qualifica di operatore socio sanitario conseguito a seguito del superamento del corso di formazione di durata annuale, previsto dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 22 febbraio 2001, recepito dalla Regione Veneto con L.R. n. 20/2001.

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere prodotta, a pena di esclusione, tramite la specifica procedura telematica descritta di seguito, entro il 30° giorno successivo alla data di pubblicazione per estratto del presente bando nella Gazzetta Ufficiale.

SI ATTENDE QUINDI PUBBLICAZIONE su GAZZETTA UFFICIALE di seguito il link per scaricare l’avviso

Scarica l’avviso pubblico per 312 posti di OSS VENETO

Potrebbero interessarti:

PROCEDURE OSS: procedure per operatore socio sanitario

LAVORO E CONCORSI PUBBLICI PER OPERATORE SOCIO SANITARIO


  • -

reddito di cittadinanza

REDDITO DI CITTADINANZA

REDDITO DI CITTADINANZA REQUISITI – Il 17 gennaio 2019 è stato approvato il decreto sul reddito di cittadinanza, il quale è stato poi pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 gennaio. Il sussidio verrà erogato a partire dal 1 aprile, mentre dal 6 marzo è possibile inviare la domanda per ottenerlo tramite il sito o recandosi in un Caf o in un ufficio postale.

Il Reddito di  Cittadinanza, comunque, non viene erogato a tutti i cittadini ma solo a chi ha determinati requisiti. Vediamo quali sono:

Ecco a chi spetta

Come si può leggere sul sito per richiedere il reddito di cittadinanza nella parte dedicata ai suoi requisiti, esso “viene erogato ai nuclei familiari in possesso cumulativamente, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio di”:

Requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno – Il richiedente deve essere cittadino maggiorenne italiano o dell’Unione Europea, oppure, suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. E’ inoltre necessario essere residente in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.

Requisiti economici – Il nucleo familiare deve essere in possesso di:

  • un valore ISEE inferiore a 9.360 euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro per il single, incrementato in base al numero dei componenti della famiglia (fino a 10.000 euro), alla presenza di più figli (1.000 euro in più per ogni figlio oltre il secondo) o di componenti con disabilità (5.000 euro in più per ogni componente con disabilità).
  • un valore del reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui, moltiplicato per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare, incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente maggiorenne e di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1). Tale soglia è aumentata a 7.560 euro ai fini dell’accesso alla Pensione di cittadinanza. Se il nucleo familiare risiede in un’abitazione in affitto, la soglia è elevata a 9.360 euro.

Altri requisiti

Per accedere alla misura è altresì necessario che nessun componente del nucleo familiare possieda:

  • autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc oppure motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

Il Reddito di cittadinanza è compatibile con il godimento della NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego) e di altro strumento di sostegno al reddito per la disoccupazione involontaria.

L’assegno non verrà invece erogato ai nuclei familiari che hanno fra i loro componenti soggetti disoccupati a seguito di dimissioni volontarie nei dodici mesi successivi alla data delle dimissioni, fatte salve le dimissioni per giusta causa.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Numero unico lavoro di Anpal 800.00.00.39 o inviare una mail all’indirizzo info@anpal.gov.it

Guarda la presentazione del Ministero del Lavoro


  • -

Corso ABA (Applied Behavior Analysis)

Tecniche comportamentali ABA per la riabilitazione dei bambini con disturbo dello spettro autistico. Il Corso Tecniche comportamentali ABA per la riabilitazione dei bambini con disturbo dello spettro autistico finalizzato a dare le competenze teoriche e pratiche necessarie per riconoscere, valutare e trattare i disturbi dello spettro autistico. Il trattamento con il metodo ABA il trattamento basato sullevidenza (evidence…

 


Accreditamento Fomazione Professionale

Accreditamento Ass.to della Salute

Centro Erogazione Esami Pekit